“Gli incendiari” di R. O. Kwon

Nei Nove saggi danteschi Borges scrisse che “innamorarsi significa crearsi una religione il cui Dio è fallibile.” Il suo riferimento era dichiaratamente l'abnegazione che Dante aveva per Beatrice, da cui accettava anche di essere ignorato e respinto, addirittura dileggiato e disprezzato, tanto forte era la sua dedizione. Quella di Dante per Beatrice era “un’adorazione idolatrica”... Continue Reading →

Coming Soon

Il 2019 è già iniziato da qualche spicciolo, e si è già iniziato a dare anticipazioni su cosa uscirà. Per quanto riguarda la narrativa che viene dagli Stati Uniti, qui sotto ci sono dieci titoli in ordine di importanza secondo me, a partire da uno dei più grandi geni della letteratura del secondo novecento: Robert... Continue Reading →

My Year in Reading 2018

Richard Powers, THE OVERSTORY (W.W. Norton) — Una specie di Moby Dick con gli alberi al posto delle balene, The Overstory è un libro che parte dal biocentrismo per mettere in discussione ogni presunzione antropocentrica che vede l'uomo come un essere privilegiato, destinato alla sopravvivenza in un mondo dove alberi e piante sono più vecchie della cultura creata... Continue Reading →

Freshman Class 2018

Una lista di 23 scrittori che hanno esordito negli Stati Uniti quest'anno, tra raccolte di racconti, grit lit, southern gothic, romanzi distopici, apocalittici e catastrofisti, metanarrativa, saghe familiari e romanzi corali. Tra esordi freschi e convincenti, esordi avvolti da un'hype ipertrofica e che forse ne supera i reali meriti, e altri che  hanno ancora alcune... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: