Don DeLillo – “The Silence”

Don DeLillo, The Silence (Scribner, 2020) C’è una tendenza diffusa a identificare un autore con le sue opere più ambiziose. Per DeLillo quelle opere sono i suoi romanzi degli anni ’80 e ‘90—White Noise, Libra e Underworld, soprattutto. Da qui nasce una malsana aspettativa che DeLillo debba scrivere altri libri come quelli. Aspettativa che da... Continue Reading →

Cinque libri per i mesi estivi.

Uno dei giochini ricorrenti in estate pare essere quello di consigliare dei libri da leggere sotto l’ombrellone o sotto l’ombra di qualche frasca di montagna, o sotto le pale di un ventilatore speso al soffitto. A me non piace consigliare libri, quindi mi limito a segnalare dei libri che potresti aver voglia di leggere, ma... Continue Reading →

“Gli incendiari” di R. O. Kwon

Nei Nove saggi danteschi Borges scrisse che “innamorarsi significa crearsi una religione il cui Dio è fallibile.” Il suo riferimento era dichiaratamente l'abnegazione che Dante aveva per Beatrice, da cui accettava anche di essere ignorato e respinto, addirittura dileggiato e disprezzato, tanto forte era la sua dedizione. Quella di Dante per Beatrice era “un’adorazione idolatrica”... Continue Reading →

Book Log 01/2019

In uscita Mentre di Leslie Jamison si conosce già titolo e presunta data di pubblicazione della prossima raccolta di saggi, a fine gennaio è uscita la traduzione italiana di The Recovering per Mondadori col titolo Rinascere (traduzione di Laura Serra). Ormai tutti i memoir vengono accompagnati dalla solita nota a margine "non il solito memoir," nel caso di... Continue Reading →

Coming Soon

Il 2019 è già iniziato da qualche spicciolo, e si è già iniziato a dare anticipazioni su cosa uscirà. Per quanto riguarda la narrativa che viene dagli Stati Uniti, qui sotto ci sono dieci titoli in ordine di importanza secondo me, a partire da uno dei più grandi geni della letteratura del secondo novecento: Robert... Continue Reading →

American in translation 2018.

I migliori americani tradotti in italiano nel corso del 2018 (secondo me)  1/ C. E. Morgan, Lo sport dei re (trad. it. Giovanna Scocchera,   Einaudi) Il Grande Romanzo Americano in carica, o anche la riscrittura di un Grande Romanzo Americano, cioè di Luce d’agosto di Faulkner: Lo sport dei Re finisce come inizia Luce... Continue Reading →

Loomings 2019. 5 raccolte di racconti

Cinque nuove raccolte di racconti. Un'esordiente già famosa, una giovane scrittrice già abbastanza affermata, una giovane scrittrice in via di affermazione, una veterana uscita viva dagli anni ottanta e un autore ormai navigato. Kristen Roupenian — You Know You Want This (Scout Press, Gennaio 2019) Kristen Roupenian è a oggi la scrittrice americana nota per... Continue Reading →

Memorie da un mondo terreno. “The Largesse of the Sea Maiden” di Denis Johnson

Tra gli scrittori che con la loro produzione si sono posti come un ponte tra mondo letterario e altre forme espressive, un posto di primo piano spetta a Denis Johnson: da una parte riprende temi e immaginari presenti, per esempio, in Hubert Selby, risciacquandoli nella acque del Lago Eerie che confinano con l'Ohio, dall'altra costruisce... Continue Reading →

Di carne e di Wallace.

Parlare di David Foster Wallace è sempre stato difficile e ogni anno diventa sempre più difficile, soprattutto da quando è morto. Ha generato schiere di fedeli, accoliti e seguaci che lo hanno trasformato in un feticcio da ossequiare e continuano a seppellire ogni discussione in canonizzazione. Dico subito che per me è uno scrittore come... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: