My Year in Reading 2019

1. Salvatore Scibona, The Volunteer (Penguin)  The Volunteer segna una marcata sterzata in territori DeLilliani: qui siamo in zona Libra, Underworld o anche Players. La storia inizia con un bambino di cinque anni abbandonato all’aeroporto di Amburgo nel 2010. Si tratta del figlio di Elroy Heflin, un giovane militare che ha prestato servizio in Lettonia,... Continue Reading →

Spring Bunch 2019

Qui è dove metto in ordine i libri letti tra aprile e giugno, dove ci sono: un capolavoro di livello Don (DeLillo), un altro etereo, surreale e rarefatto capolavoro di una delle menti più brillanti della narrativa americana più recente, il ritorno di un romanziere che cortocircuita auto- e meta-fiction e in questo caso ritorna... Continue Reading →

Uscire vivi dagli anni ’90. “The Topeka School” di Ben Lerner.

È tornato Ben Lerner e è tornato sotto l’alter ego, neanche poi tanto alter, di Adam Gordon. The Topeka School forma una curiosa trilogia insieme ai suoi due predecessori, Leaving the Atocha Station (Coffee House, 2011; Un uomo di passaggio, trad. it. Laura Prandino, Neri Pozza, 2012) e 10:04 (Faber & Faber, 2014; Nel mondo a... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: