Cinque libri per i mesi estivi.

Uno dei giochini ricorrenti in estate pare essere quello di consigliare dei libri da leggere sotto l’ombrellone o sotto l’ombra di qualche frasca di montagna, o sotto le pale di un ventilatore speso al soffitto. A me non piace consigliare libri, quindi mi limito a segnalare dei libri che potresti aver voglia di leggere, ma... Continue Reading →

Est modus in suburbia. “A misura d’uomo” di Roberto Camurri.

Il principio antropico afferma che se vogliamo spiegare perché il nostro universo è fatto così come è fatto, è perché deve avere le qualità e caratteristiche che permettano l’esistenza di creature senzienti capaci di porsi quella domanda. In sostanza l’universo è a misura d’uomo. In piccolo, anzi in microscopico, la provincia, fatta di Sassi, Erba,... Continue Reading →

🇳🇴 Norvegiarum: “T. Singer” e “Armand V.” di Dag Solstad.

Negli ultimi anni si sono riaccesi i riflettori sulla narrativa norvegese, soprattutto grazie all’opera monumentale di Karl Ove Knausgård, ben difficile da ignorare. Ma lo scrittore che è alla base di molta letteratura norvegese, come ispiratore e come suo più eccelso autore in attività, è senz’altro Dag Solstad, più volte citato da Knausgård stesso su... Continue Reading →

Peripezie di un lettore

Che e come “Holden & Company” sia nato dalle ceneri di un blog è cosa che qualcuno sa già, e infatti la manciata di saggi che lo compongono tradiscono una loro natura discontinua, episodica e sebbene siano stati poi legati assieme in un discorso che ha una sua coerenza, sono forse più godibili se letti... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: