“How to Behave in a Crowd” di Camille Bordas

Una delle ricchezze della narrativa americana è la sua capacità di assorbire altre culture e dare loro uno spazio e una risonanza che altrimenti potrebbero non avere. Così in tempi recenti è sempre più frequente trovare scrittori non americani che fanno letteratura americana: dalla cinese Yiyun Li al peruviano Daniel Alarcón, e quest’anno la messicana... Continue Reading →

Quando muore un secolo. “Isadora” di Amelia Gray

Su Dept. of Speculation Jenny Offill immagina tre domande di una figlia a una madre e una di queste domande è “Will you die before me?” — morirai prima di me? La risposta che dà la madre è “Yes. Please,” — sì, grazie. Per una tragica necessità i figli sono costretti a vedere morire i... Continue Reading →

Il ritorno di Huck Finn. “Huck Out West” di Robert Coover.

Ci sono alcuni personaggi letterari che riescono a uscire dalle pagine del libro che li ha generati e entrare nelle pagine di altri testi, e assumere tramite questo processo di proliferazione una strana forma di realtà. Già Umberto Eco aveva osservato come quei personaggi diventino “in qualche modo collettivamente veri perché la comunità ha fatto... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: