“Memories of the Future” di Siri Hustvedt.

Pare che una volta Burroughs abbia detto che un romanzo sia soltanto un’autobiografia con i nomi cambiati. Il terzo libro di Edmund White, A Boy's Own Story, era di fatto un’autobiografia, ma lo stesso Edmund White ha raccontato che gli fu chiesto di trasformarla in romanzo, perché all’epoca non tutti potevano permettersi il lusso oggi... Continue Reading →

Annunci

“How to Behave in a Crowd” di Camille Bordas

Una delle ricchezze della narrativa americana è la sua capacità di assorbire altre culture e dare loro uno spazio e una risonanza che altrimenti potrebbero non avere. Così in tempi recenti è sempre più frequente trovare scrittori non americani che fanno letteratura americana: dalla cinese Yiyun Li al peruviano Daniel Alarcón, e quest’anno la messicana... Continue Reading →

Book Log 02/2019

Marlon James, Black Leopard, Red Wolf (Riverhead) — Black Leopard, Red Wolf da una parte soddisfa ampiamente chi ha imparato a apprezzare Marlon James con A Brief History of Seven Killings, ma forse potrà deludere gli amanti del fantasy. Ci vuole un bel po’ prima che il personaggio principale venga definito e ancora un po’ di pazienza... Continue Reading →

London Calling: “Machines Like Me” di Ian McEwan

Alan Turing è morto ma ha fatto in tempo a pronosticare il 2050 come l’anno in cui presumibilmente si sarebbero viste le prime Intelligenze Artificiali capaci di superare il Test di Turing, un test in cui si riuscirebbe a determinare se una macchina riesca o meno a pensare come un essere umano. Turing è morto,... Continue Reading →

Book Log 01/2019

In uscita Mentre di Leslie Jamison si conosce già titolo e presunta data di pubblicazione della prossima raccolta di saggi, a fine gennaio è uscita la traduzione italiana di The Recovering per Mondadori col titolo Rinascere (traduzione di Laura Serra). Ormai tutti i memoir vengono accompagnati dalla solita nota a margine "non il solito memoir," nel caso di... Continue Reading →

“You Know You Want This” di Kristen Roupenian

  Kristen Roupenian, ossia la scrittrice nota per “Cat Person,” ossia ancora il racconto che nel Dicembre 2017 partendo dal New Yorker fece il giro del web, creando un’hype dal basso e scatenando una reazione a catena di chiacchiericci poi sfociata nel meta-dibattito “perché così tanta gente legge e parla di Cat Person?” Fatto sta... Continue Reading →

“Heart-breaker” di Claudia Dey

Sono sempre più numerosi gli esempi di libri che mostrano assonanze con immaginari ripresi dalle serialità televisive o comunque dal mondo audiovisivo o videoludico: i libri di Panowich ricordano molto i film dei Coen, Country Dark di Offutt si legge come un episodio di Justified, Severance di Ling Ma ha chiare assonanze con The Walking... Continue Reading →

“Tears of the Trufflepig” di Fernando A. Flores.

Fernando Flores è uno dei sempre più numerosi scrittori americani "non americani.” Nato a Reynosa, Tamaulipas in Messico e cresciuto negli Stati Uniti, a Austin, Texas, Fernando Flores ha esordito nel 2014 con Death to the Bullshit Artist of South Texas (Chicago Center for Literature and Photography, 2014, ristampato da Host nel 2018), con le... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: